Lessinia-Michela

Venerdì 2 settembre alle ore 18.30 la dott.ssa Michela Canteri aprirà la manifestazione dedicata agli appassionati di speleologia “Tutti giù in Lessinia” con il suo intervento dal titolo “Tra Inferno e Paradiso, tra il Qui e l’Altrove: il mondo dell’immaginario dei montanari di Velo nei racconti di Attilio Benetti”.

Secondo la sua ricerca sulle narrazioni pubblicate dallo studioso originario di Velo V.se, le grotte rappresentano per i montanari un mondo nel quale far convergere le loro paure più ancestrali. Qui, infatti, negli anfratti, nei cunicoli e nelle caverne essi hanno collocato le forze soprannaturali alle quali attribuivano l’origine delle loro angosce.

Mostri, basilischi, streghe, fade, orchi: il mondo della montagna lessinica è ossessionato dalla presunta presenza di questi esseri diabolici che avvelenano l’esistenza dei suoi abitanti, tormentati dalle loro pretese che talvolta li portano alla disperazione.
D’altro canto, il montanaro è irresistibilmente attratto dal mistero che avvolge questi luoghi che diventano rifugio dei suoi sogni più proibiti, sede delle sue avventure, meta dei suoi viaggi verso quell’Altrove nel quale trovare riparo e riposo, in fuga da una vita che è a volte troppo difficile da accettare.

All’interno delle grotte, al di là della soglia che delimita il Bene e il Male, gli uomini cercano di realizzare un sogno che permetta loro di liberarsi dalla povertà, dalle costrizioni e dal grigiore della vita quotidiana. A costo di pagare il prezzo più alto e vendere l’anima al diavolo.

E poco importa se il sogno si trasformerà presto in incubo. L’importante è aver capito che esiste una luce di speranza anche nel buio più profondo.